ALLA VIGILIA DELL’USCITA DEL SUO NUOVO ALBUM TORNA A MILANO TIGA

Alla vigilia dell’uscita del suo nuovo album torna ai Magazzini Generali il folletto super star di Montreal!
Pop estremo, ambiguità e glamour. Vocalist, remixer, producer, animatore, esibizionista, discografico, esteta, definire un personaggio trendy e talentuoso come Tiga un semplice dj sarebbe riduttivo. Canadese di nascita, cresce affermandosi precocemente sulla scena locale come dj, promoter e guru della nightlife di Montreal degli anni ’90. Le sue produzioni traggono una forte ispirazione soprattutto dagli esponenti del synth pop dei primi anni 80 (New Order, Depeche Mode e Soft Cell) che lui ama miscelare insieme nei suoi lavori, ma la sua formazione e la sua cultura musicale spazia comunque tra i generi più disparati a cavallo di più decenni (Rolling Stones, Rod Stewart, Van Morrison, Tupac Shakur, Cabaret Voltaire, etc.). Nel 1998 fonda l’etichetta Turbo Recordings, fucina di singoli di ottimo livello e laboratorio in continuo fermento. Lo stesso Tiga si mette in luce con mix compilation per la propria etichetta e una serie di fortunati remix (per artisti di grido come Cabaret Voltaire, Telepopmusik e Dannii Minogue), tra cui le hit “Sunglasses At Night”, realizzata in collaborazione con il producer finlandese Zyntherius, e “Madame Hollywood” di Felix da Housecat, in pratica una cover rifatta da Tiga con la sua stessa voce. Il primo lavoro completo di Tiga, “Mixed Emotions: Montreal Mix Sessions, Vol. 5”, esce nel 2001 per la label Ultra ed è un raffinato doppio cd che mescola techno e house, vecchia e nuova. Grazie a questo lavoro Tiga viene contattato dalla prestigiosa label K7.
Il semplice contatto si evolve fino a concretizzarsi nei primi mesi del 2003 con l’edizione di un cd per la serie DJ Kicks, in cui Tiga raccoglie in eredità tutto il buon nome di una pubblicazione che tra suoi predecessori vanta artisti del calibro di Kruder & Dorfmeister, Dj Cam, Vikter Duplaix e Carl Craig. Dj Kicks è una perfetta sintesi tra lo scatenato dancing di American Gigolo e l’esuberanza di Mixed Emotions. Tiga adesso è pronto per sfondare.
La house mainstream è sempre stata territorio dei singoli. Brani trascinanti e perfetti per la pista, spesso opera unica del loro creatore, ambiti traguardi a cui tutti i dj del globo sperano di arrivare. Tutti prima o poi ci provano, lanciano il singolone da pista, lo remixano, ne fanno una versione più easy per farla diventare famosa. Questo è esattamente quello che Tiga vuole fare a inizio 2004. L’antipasto è “Hot In Here”, cover del rapper Nelly che lega hip-hop e house, passione e lavoro del dj di Montreal, in una personalissima formula dove Tiga si scopre anche cantante. A maggio rilascia un nuovo brano originale, “Pleasure From The Bass”: una miscela devastante, un calderone sonoro che schizza al numero uno delle chart di tutta Europa, e conosce un successo strepitoso. Per tutta l’estate, il brano di Tiga è uno dei più ballati in Italia, e i locali di casa nostra invitano il piccolo folletto sempre più spesso. Milano, Torino, Napoli, Jesolo. Tiga ce l’ha fatta, e ora non si ferma più.
Abbandonato il mondo della Gigolo Records, Tiga si rivolge piuttosto alla Dfa, etichetta molto di tendenza in Europa, che ha da poco pubblicato il disco di Lcd Soundsystem. Chi ha ascoltato il disco avrà sicuramente conservato un buon ricordo di “Tribulations”. Ecco, ora procuratevi il “Tiga’s Out Of The Trance Closet Mix” e non crederete alle vostre orecchie, in una parola: spettacolare.
Il nostro non si ferma più: l’estate è anticipata da “Burning Down London”, l’autunno è la consacrazione di “You Gonna Want Me”. Il secondo è il Tiga versione famiglia, adatto per scatenarsi a ballare ma con la vocina degli Scissor Sisters a condire di infanzia un brano che alcuni reputano troppo commerciale ma sicuramente di ottimo livello.

Ma ormai il trend è questo, lo stesso Tiga afferma tranquillamente che “l’electroclash è morto a Miami, due anni fa.” Lapidario, deciso, come la sua musica.
La lunga attesa del mondo dei club viene ripagata a inizio 2006, con la pubblicazione di Sexor, primo disco di brani inediti dato alle stampe dal minuto canadese. Non delude Tiga, autore di brani sempre più improntati a uno stile “easy-listening”, che strizza l’occhio alle radio e alle masse. Aumenta la fruibilità del suono di Tiga, espressa alla grande in brani come “Far From Home”, “3 Weeks” oppure “High School”.
Con Ciao! (2009) Tiga compie un passo indietro. Al disc-jockey/producer canadese è venuta voglia di sentirsi un po’ italiano. E la seconda prova del folletto di Montreal è un inno all’eleganza easy-listening più sfrenata, sorta di party privato ultra-fashion, con ospiti a dir poco illustri.
Ne vedremo delle belle, se il nostro continua così. E soprattutto, la sua giovane età ci fa ancora ben sperare per i prossimi lavori. Il futuro della dance alternativa? Per ora, Tiga rappresenta di sicuro il presente.

Guarda l’evento facebook:quì

TIGA
at Magazzini Generali
6 Maggio 2011. Magazzini Generali, Via Pietrasanta 14. Milano

more info:
info@clubnation.it

Leave a Reply

Connect with Facebook

I want more

Club Nation s.r.l - Via Savona, 55 - 20144 Milano - © 2014 Clubnation